[Gruppo del Monte Bianco: Mont Blanc du Tacul e Pilier Gervasutti] [Autore non identificato]

DATA:

Agosto 1969


Serie composta da 12 diapositive di cui le diapositive 001-002 riportano la data (AGO 69) sullo chassis, mentre le diapositive 003-012 sono senza data. La digitalizzazione allegata corrisponde alla prima diapositiva della serie.

Il Pilastro est, noto anche come Pilastro Gervasutti è parte del Mont Blanc du Tacul e si erge alla sinistra del pilastro centrale. La prima ascensione è stata compiuta il 29 e 30 luglio 1951 da Piero Fornelli e Giovanni Mauro. La prima ascensione in solitaria è stata realizzata da Gian Piero Motti il 15 luglio 1969. Su questa parete morì Giusto Gervasutti il 16 settembre 1946, ritornando in corda doppia da un tentativo interroto a causa del maltempo. Il pilastro è quindi stato intitolato alla memoria del grande alpinista. (cfr. Guida dei Monti d'Italia, Monte Bianco, Volume I, p. 358)

Gian Carlo Grassi nacque a Condove nel 1946. E' stato una guida alpina e un'importante alpinista italiano. La sua attività alpinistica è stata pioneristica, essendo tra i primi in Italia a dedicarsi al cascatismo e all'arrampicata su ghiaccio. A partire dalla fine degli anni Settanta compie molte prime salite su cascate e goulotte in alta montagna. Negli anni settanta fa parte del movimento del Nuovo Mattino", ambiente in cui frequenta tra gli altri Gian Piero Motti e Danilo Galante. Sono gli anni delle vie d'arrampicata in Valle Orco, sul Caporal e sul Sergent, e dell'arrampicata sui massi erratici della bassa Val di Susa. Verso la fine degli anni settanta Grassi si appassiona alla nascente scalata delle cascate di ghiaccio e ne diviene presto protagonista. Grassi inoltre riesce a portare la tecnica delle cascate in alta montagna e diviene specialista della salita dei cosiddetti couloir fantasma, canaloni dove solo d'inverno la neve e il ghiaccio creano una via di salita. A quarantaquattro anni, ancora nel pieno della sua attività alpinistica, Grassi perde la vita il 1º aprile 1991 dopo aver salito una cascata di ghiaccio sul Monte Bove, nei Monti Sibillini, per il distacco di una cornice di neve. Nel 2011 gli viene dedicato il nuovo Bivacco Giuseppe Lampugnani al colle Eccles (Monte Bianco)."

SOGGETTO

Alpinismo, Ghiacciai, Neve, Alpinismo su roccia, Alpinisti, Monte Bianco, Alpi Graie, Mont Blanc du Tacul, Pilastro Gervasutti

DESCRIZIONE FISICA

12 pos. col. su pellicola (diapositive) intelaiati 24 x 36 mm

DOMINIO

Diapositive o trasparenti

NUMERO DI INVENTARIO

F16311

LUOGO DI CONSERVAZIONE

Museo Nazionale della Montagna - CAI Torino

CATALOGATO DA

Museo Nazionale della Montagna - CAI - Torino